A far data dall'anno 2000 è stato attivato il recupero energetico del biogas prodotto dai pozzi di captazione sulla 2^ vasca, mediante impianto di produzione costituito da motore funzionante a biogas corredato di gruppo elettrogeno per la produzione di energia elettrica. Il recupero è stato esteso anche alla 3^ vasca in coltivazione, garantendo in tal modo la captazione totale del biogas prodotto dalle discariche con una riduzione delle emissioni in atmosfera. L'impianto è stato realizzato ed è gestito dal gruppo Marcopolo Spa di Borgo San Dalmazzo, al quale, in seguito ad apposita gara, sono stati ceduti i diritti di sfruttamento del biogas. Marcopolo, disponendo di una convenzione con ENEL, ha diritto a tariffe agevolate per la vendita dell'energia prodotta e paga ad ACSR S.p.a. una percentuale dei ricavi ottenuti.

Oltre ai benefici strettamente economici, determinati non solo dai ricavi ma anche dalla riduzione dei costi di manutenzione degli impianti di aspirazione e combustione del biogas, nonché dall'esecuzione da parte della ditta di eventuali nuovi interventi impiantistici per adeguare le linee ed i pozzi di aspirazione, il vantaggio che deriva dall'accordo è rappresentato dall'interesse della società MarcopoloSpa di estrarre tutto il biogas per aumentare la produzione di energia e quindi indirettamente di bonificare e monitorare tutta la zona adiacente alla discarica.

Terminata la fase di coltivazione della seconda vasca di discarica, nel mese di luglio 2009, la ditta Marcopolo ha perforato gli ultimi pozzi per l'estrazione del biogas. Nel 2010, al termine dei lavori di recupero ambientale, sono state approntate le linee definitive, con relative stazioni di regolazione, per il periodo di post-gestione trentennale della discarica, durante il quale proseguirà l'attività di controllo e regolazione del sistema di estrazione.